Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il Movimento 5 Stelle apre un conto corrente per fronteggiare le emergenze

alessandrosartorFarra di Soligo, 08/06/2016 - La notizia del pignoramento dei conti del Comune non ha sorpreso assolutamente, dal momento che è una misura attesa almeno dal 2008 a seguito delle sentenze relative all’esproprio dei terreni del PIP.  Appare pertanto fuori luogo  l’atteggiamento  incredulo della attuale Amministrazione, che ora sceglie una posizione vittimista, dopo aver sottovalutato un problema che (non avendo rilevanza nazionale), dovrà  con tutta probabilità essere risolto a livello locale, per quanto gravi siano le conseguenze.

Pensando alla lunga storia di questa vicenda, come gruppo di minoranza ci chiediamo se ci siano delle responsabilità da addebitare a quel Consiglio Comunale che vent'anni fa votò l’esproprio dei terreni oggetto della contesa ad un prezzo irrisorio, sebbene vigesse una legge che stabiliva il rimborso del valore venale; ci chiediamo quali responsabilità abbiano le amministrazioni successive (Citron, Nardi e Nardi-bis), che ormai da quasi 10 anni, visto l’esito delle sentenze, avrebbero potuto e dovuto accantonare un fondo per l’indennizzo degli espropriati. Ci chiediamo soprattutto quali mediazioni l’attuale Amministrazione abbia portato avanti tra le parti per giungere ad un accordo.

Un’amministrazione che osserva la diligenza  del buon padre di famiglia, dovrebbe offrire i giusti servizi ad un livello qualitativo accettabile, riducendo le spese superflue e cercando nuove entrate. Noi oggi possiamo solamente constatare che le amministrazioni che si sono succedute negli ultimi anni hanno gestito il bilancio di denaro pubblico in modo non conforme alle reali necessità. Se da un lato non sono state attuate efficaci misure finalizzate ad un aumento delle entrate di bilancio (l’addizionale comunale IRPEF è sempre stata fissata al livello minimo, non sono mai state avviate campagne di sensibilizzazione affinché i cittadini devolvere alle attività sociali comunali il 5 per mille della dichiarazione dei redditi), dall’altro constatiamo la presenza di imponderate e magnifiche voci di spesa: da quelle legali sostenute in questi 18 anni per la difesa del Comune nei procedimenti del PIP, ai 94mila euro per l’adeguamento dell’illuminazione pubblica in via Scandolera, all’approvazione di un progetto per la realizzazione di una pista ciclabile della “straordinaria” lunghezza di 300 metri.

Sulla questione, le minoranze hanno avanzato un'interrogazione già alla prima seduta consigliare (luglio 2014), ma solo all'atto di pignoramento il Sindaco ha pensato di convocare le minoranze, con urgenza, per condividere il momento di difficoltà e pensare al da farsi. “In questo breve incontro il Sindaco ha voluto mostrarci le sue buone intenzioni – dichiara il consigliere M5S Sartor – ma di buone intenzioni è lastricata la strada dell’inferno. Sulla vicenda invece rimangono molte perplessità e per questo con le altre forze di minoranza chiederemo la convocazione straordinaria di un Consiglio Comunale, sede appropriata in cui cercare di fare chiarezza”.

Dal canto suo il Sindaco ha dato appuntamento a tutti i cittadini venerdì prossimo alle 20.30 presso l’auditorium Santo Stefano. Ci auguriamo che l’obiettivo non sia quello di trovare un colpevole o di innescare meccanismi di divisione tra i cittadini. Considerata l’importanza dell’evento e visto il ridotto numero di posti a sedere di cui dispone l’auditorium, per permettere a tutti i cittadini una corretta informazione il M5S trasmetterà l’evento in diretta streaming (www.farradisoligo5stelle.it).

 

Da venerdì 3 giugno nel nostro Comune vi è una situazione di emergenza anche economica, che il nostro gruppo consigliare ha pensato di fronteggiare con l’apertura quest’oggi della carta prepagata numero 5333 1710 1687 0574 di Poste Italiane, IBAN IT81E0760105138247088547090, intestata al consigliere Alessandro Sartor, in modo che chiunque possa dare il proprio personale contributo, attraverso un normale bonifico o ricarica postepay seguendo le istruzioni disponibili negli uffici postali. In questo modo intendiamo dare concretamente una mano, raccogliere le risorse necessarie per finanziare  i servizi essenziali, come il trasporto e la mensa per i bambini dell’asilo, i pasti agli anziani e disabili, eccetera. Al fine di garantire la dovuta trasparenza l’estratto conto sarà pubblicato (previo oscuramento del nome dei donatori) nel sito www.farradisoligo5stelle.it.

Nel contempo tenteremo di mettere in campo una serie di iniziative emergenziali a costo zero, contando sullo spirito solidale e del senso civico dei cittadini.

Coraggio.

Movimento 5 Stelle Farra di Soligo