Stampa
Categoria: Pubblicazioni locali
Visite: 5580
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il M5S continuerà a vigilare. Esarà sempre pronto a raccogliere segnalazioni e proposte a prescindere dall’appartenenza politica

IL SINDACO GIUSEPPE NARDI SUL PIP DI FARRA DI SOLIGO : “…FAREMO CHIUDERE QUALCHE IMPRESA…”

Invitiamo il sindaco Nardi a confrontarsi in una pubblica assemblea con i cittadini di Farra di Soligo, a renderli partecipi della situazione, per raccogliere e concentrare tutte le forze e gli sforzi atti a trovare le soluzioni migliori per lavoratori ed imprenditori chiamati in causa.

 

FARRA DI SOLIGO (TV) 30.09.2014 - Il Movimento 5 Stelle Farra di Soligo riporta alla cittadinanza con una certa apprensione quanto affermato dal primo cittadino Giuseppe Nardi, rispondendo alla richiesta di chiarimenti dell'opposizione posta sulla questione delle sentenze P.I.P.(Piano per gli insediamenti produttivi),quando prospetta l'eventualità di mettere in ginocchio qualche impresa e chiuderne qualcuna.


Riportiamo dal video che abbiamo effettuato in consiglio comunale (al minuto 26), la risposta testuale:
“Posso comunicare che nulla è cambiato dalla vostra interrogazione datata 31 luglio. La prossima mossa da parte dell’amministrazione sarà quella di portare a casa le fideiussioni, stiamo solo valutando in che forma richiedere questi importi in modo da non incappare in imprecisioni. Successivamente chiederemo le somme alle aziende, che verranno depositate presso la cassa depositi e prestiti, in attesa delle sentenze definitive. Mettiamo in ginocchio le imprese, faremo chiudere qualche impresa, ma poi magari la Cassazione ci darà ragione. Questo è il futuro che ci si presenta davanti...”



Le affermazioni del Sindaco, per il Movimento 5 Stelle sembrano molto gravi, poiché gettano un’ombra pesante su tutta l’economia locale che si regge su equilibri delicati, visto il generale quadro di crisi economica.
Chiudere le aziende significa creare un gravissimo danno, gettando nel panico imprenditori e famiglie di lavoratori, che in questo modo si vedono privare del loro reddito con tutte le conseguenze del caso.


Comprendiamo lo sconforto del sindaco e la conseguente, forse incosciente dichiarazione, in quanto egli impotente davanti alla probabilità del fallimento del Comune, ma vogliamo pensare insieme alla comunità una linea diversa da quella paventata di sacrificare le aziende, già provate dalla precaria situazione del comparto e dalla insostenibile pressione fiscale, soluzione che non darebbe più margini di recupero al tessuto socio economico locale.

Invitiamo il sindaco Nardi a confrontarsi in una pubblica assemblea con i cittadini di Farra di Soligo, a renderli partecipi della situazione, per raccogliere e concentrare tutte le forze e gli sforzi atti a trovare le soluzioni migliori per lavoratori ed imprenditori chiamati in causa.
Il Movimento 5 Stelle di Farra di Soligo, che ha messo in atto come promesso, l’operazione "Fiato sul collo" sin dal primo consiglio comunale dando così l’opportunità a tutta la cittadinanza interessata di poter seguire i lavori del consiglio comunale da casa se impossibilitati a presenziare di persona, continuerà a vigilare e sarà sempre disponibile a raccogliere segnalazioni e proposte, per il bene comune a prescindere dall'appartenenza politica.