btn scopriprogramma btn segnalazione


Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La nostra idea sullo sviluppo dell'agricoltura

Il Movimento 5 Stelle locale ha una chiara idea di come l'agricoltura debba essere gestita, a differenza di altre liste che solo ora hanno inserito nel proprio programma elettorali idee simili alle nostre nonostante avessero avuto tempo 10 anni per realizzarle, durante il loro mandato elettorale.

Crediamo che il Prosecco sia il nostro miglior biglietto da visita per lo sviluppo del turismo, cosiccome avviene in Alsazia ed in altre zone in cui le strade del vino vengono percorse da milioni di turisti che visitano, soggiornano ed acquistano, dando linfa vitale all'economia locale.

Ricordiamo che il Comune vive anche con l'addizionale IRPEF, cosicché un'economia florida garantirebbe maggiori introiti che possono essere distribuiti per il miglioramento del territorio e per offrire maggiori servizi ai cittadini.

Crediamo che il boom economico delle nostre produzioni collinari siano messe a forte rischio dalla concorrenza dei vigneti in pianura, ormai produttivi e completamente meccanizzati. Possono le nostre vigne competere con i costi di produzione in pianura? Per garantire redditività in futuro, e sviluppare ulteriormente l'economia del paese, migliorando peraltro la salute dei cittadini e dell'ambiente, vogliamo che la nostra zona diventi un Biodistretto d'eccellenza, in modo che possano utilizzare prodotti fitosanitari più rispettosi dell'ambiente producendo nel contempo un prodotto maggiormente vendibile.

Produrre Prosecco biologico è possibile, e già alcune realtà nel Comune lo stanno facendo da anni con ritorni economici superiori. 

Nel caso fosse eletta la lista del Movimento 5 Stelle, sarà nostra intenzione attivare subito un confronto diretto con coltivatori e associazioni di categoria per valutare le azioni che vogliamo intraprendere, sintentizzabili in 5 punti:

1. attivazione immediata di uno sportello agricoltura che consenta di aiutare gli agricoltori ad effettuare la domanda di conversione al biologico. Poiché per le colture arboree il tempo di conversione è di 3 anni facendo riferimento al momento del raccolto, facendo domanda prima della vendemmia (e quindi entro luglio 2014) si guadagnerà 1 anno, ovvero si potrà vendere il proprio raccolto come biologico con un anno di anticipo;

2. a novembre 2014, attivazione di corsi gratuiti di formazione indirizzati ai viticoltori del Comune, tenuti da un agronomo con esperienza pluriennale nel biologico;

3. assumere un agronomo con esperienza pluriennale nel settore biologico, in modo che sia a disposizione di TUTTE le aziende agricole del Comune per consulenze anche sul campo;

4. pubblicazione nel web, in italiano inglese e tedesco, della lista delle az. agricole locali, indicando i recapiti, tipo di prodotto venduto, tipologia di coltivazione: i clienti italiani ed esteri dovranno sapere che per acquistare prodotti di eccellenza dovranno rivolgersi alle aziende agricole del nostro Comune;

5. sviluppo del turismo, con mappatura dei luoghi di interesse e attività economiche, ed intensificazione delle azioni necessarie all'ingresso nel patrimonio dell'UNESCO.

Lasciamo che siano gli altri comuni a deturpare l'ambiente usando disseccanti irrorando fitosanitari tossici e molto tossici, e attiviamoci per avere un vino di qualità superiore ed un ambiente più sano. Il turista acquista il vino direttamente dalle cantine del paese, garantendo al produttore maggiori guadagni che compensano certamente i maggiori sforzi necessari alla coltivazione biologica. In questo modo sarà l'agricoltura ad incentivare i settori alberghiero e della ristorazione, rivitalizzando inoltre l'economia dei piccoli negozi del Comune.

Per i prossimi 5 anni vogliamo che Farra diventi un Comune virtuoso ed apprezzato, producendo in accordo alla cittadinanza opere e risultati.